La paletnologia in Romagna tra XIX e XX secolo.

Autori

  • Vittorio Cavani Dipartimento di Archeologia, Università di Bologna, Italia

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.1974-7985/1605

Abstract

Nel corso dell'ultimo decennio del XIX secolo e nei primi anni di quello successivo gli studi di archeologia preistorica raggiungono in Romagna il proprio apice. In tale arco cronologico si svolgono le principali ricerche paletnologiche sul territorio: l'avvio degli scavi nelle necropoli e nell'insediamento villanoviano di Verucchio, la conclusione delle indagini a Villanova di Forlì e alla Bertarina di Vecchiazzano e la scoperta del pozzo sacro della Panighina di Bertarina. La scomparsa dei protagonisti di questa fortunata stagione (Brizio, Santarelli, Zannoni, Ugolini) coincide con un progressivo declino qualitativo della produzione pubblicistica di carattere locale, nonostante un'intensa attività condotta sul campo da studiosi di estrazione non accademica caratterizzi il periodo compreso fra le due guerre mondiali.

Downloads

Pubblicato

2009-10-05

Come citare

Cavani, V. (2009). La paletnologia in Romagna tra XIX e XX secolo. IpoTESI Di Preistoria, 2(1), 166-191. https://doi.org/10.6092/issn.1974-7985/1605