Le fasi neolitica ed eneolitica di Moscano di Fabriano (AN)

Gaia Pignocchi, Mara Silvestrini

Abstract


Recenti scavi hanno riportato alla luce a Moscano di Fabriano una duplice sepoltura per la quale si è in possesso di datazioni. La sepoltura, rinvenuta ai margini di un abitato eneolitico con ceramica a superficie scabra molto simile a quella dello str. 4 di Attiggio di Fabriano, era all’interno di una cavità riutilizzata a scopo funerario. Le due deposizioni sono sovrapposte, separate da un sottile strato di terreno. L’inferiore è uno scheletro incompleto di un individuo femminile di età adulta (individuo 1) deposto probabilmente in posizione semirannicchiata al quale è da riferire una punta di freccia. La superiore, completa, è di un individuo subadulto di circa 8 anni (individuo 1A) inumato in posizione supina, la cui relazione con un frammento ceramico a squame non è del tutto certa. La tomba al momento rappresenta un unicum per vari elementi (il rinvenimento nell’area interna delle Marche, la posizione distesa dello scheletro superiore e la probabile relazione con la ceramica rusticata). Le datazioni dei due individui, pur presentando alcune problematiche, si collocano tra la fine del IV millennio e l’inizio del III millennio a.C., quindi contemporanei alle sepolture più recenti di Fontenoce e alla fase centrale di vita dell’insediamento di Conelle di Arcevia.

Parole chiave


Moscano di Fabriano; Neolitico antico; Eneolitico; insediamento; tomba

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1974-7985/6484

Copyright (c) 2016 Gaia Pignocchi, Mara Silvestrini

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.